“L’assassino non sa scrivere”. Stefano Piedimonte presenta a Roccapiemonte il suo ultimo romanzo

stefano_piedimonteL’associazione Fedora, in collaborazione con l’associazione Rosa Aliberti, comunica la ripresa degli eventi per la stagione 2014-2015.
Nella splendida cornice di Palazzo Marciani in Roccapiemonte sabato 25 ottobre 2014 alle ore 18 Stefano Piedimonte presenterà il suo nuovo romanzo “L’assassino non sa scrivere”(2014, Guanda editore).

L’incontro sarà moderato da Alma Ciancone, l’attrice e regista teatrale Brunella Caputo leggerà brani del romanzo.

Sono felice di parlare del mio nuovo romanzo a Roccapiemonte – dichiara Stefano Piedimonte –, soprattutto per un motivo: la storia è ambientata in un paesino di 3mila anime. Fatte le dovute differenze (Roccapiemonte dovrebbe contarne circa 9mila) una cosa è evidente: queste persone sanno di cosa parliamo. Hanno il polso della situazione.

L’evento vede il patrocinio del Distretto Industriale e del Comune di Roccapiemonte.

La trama in breve:
Nel paesino di Fancuno, tremila anime e una gran voglia di farsi i fatti altrui, da un giorno all’altro cominciano a fioccare cadaveri. La gente viene ammazzata nei modi più atroci e sui corpi delle vittime compaiono messaggi assurdamente sgrammaticati. Chi è questo lazzarone, quest’assassino analfabeta che infierisce sui corpi dei disgraziati col primo oggetto che si trova davanti? Perché uccide? E soprattutto: quanti morti ancora si lascerà dietro prima che i carabinieri riescano a catturarlo? Sulle sue tracce, assieme ai carabinieri guidati da un comandante scacchista, lucido e razionale, si muove un vecchio cronista di nera sulla via della pensione, oltre a un manipolo di personaggi bizzarri, vere e proprie star di una periferia sonnacchiosa sempre in cerca di nuove storie (vere o fasulle che siano), leggende e suggestioni, vie di fuga dall’ordinario, che un bel giorno si trova a dover fare i conti con una storia, stavolta vera, molto più grande, e violenta, e pesante, di quanto le sue piccole stradine non possano sopportare.

Il curriculum dell’autore
Stefano Piedimonte è nato nel 1980 a Napoli e si è laureato all’università “L’Orientale”. Ha lavorato per quotidiani, settimanali e trasmissioni televisive occupandosi principalmente di cronaca nera. Insieme a Roberto Saviano ha portato a Pordenonelegge lo spettacolo “Comicamorra”. I suoi racconti sono pubblicati su Corriere della Sera, Il Fatto Quotidiano, Satisfiction, Corriere del Ticino. Per Guanda ha pubblicato “Nel nome dello Zio” (2012) e Voglio solo ammazzarti (2013).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *