Fedora fa un nuovo colpo! Torna a Roccapiemonte il talento di Lorenzo Marone.

L’appuntamento è per sabato 17 marzo 2018 alle ore 18:00 presso la Biblioteca Comunale di Roccapiemonte

In un’Italia in tumulto, mai come in questo momento, avremmo bisogno di un supereroe.
Ci viene in aiuto Lorenzo Marone con il suo Un ragazzo normale, già tra i libri più venduti negli store.
Napoletano DOC, Marone non è nuovo ai traguardi importanti, a partire da La tentazione di essere felici, testo pluripremiato e giunto alla sedicesima ristampa, fino a Magari domani resto presentato proprio a Roccapiemonte. Ed è qui che farà ritorno il 17 marzo, per stringere con Fedora, l’associazione culturale che ha portato agli onori della cronaca una cittadina grazie alla passione per la letteratura, un vero e proprio vincolo di parole ed emozioni.
Marone non è il primo autore, infatti, a tornare tra gli accaniti lettori fedoriani: già Bianchini e e Giovanni sono stati più volte ospiti dell’associazione.
“Fedora è felice di ospitare, ad un anno esatto dall’ultimo incontro con il libro Magari domani resto, il nuovo romanzo di Lorenzo Marone a Roccapiemonte.” – sottolinea il Presidente di Fedora, Gaetano Fimiani – “Lorenzo sa coniugare sensibilità espressiva ad un forte e coerente messaggio civile. La nostra comunità di lettori, non vede l’ora di abbracciarlo”.
Ed è proprio intriso dei concetti espressi da Fimiani il nuovo romanzo edito da Feltrinelli. Un ragazzino curioso e che oggi definiremo “nerd”, per la sua passione verso i libri ed il linguaggio forbito, decide di eleggere come eroe personale Giancarlo Siani, il giornalista napoletano morto per mano della camorra e all’epoca dei fatti suo vicino di casa.
Un eroe concreto quello di Mimì, che si incarna in un ragazzo “che non ha paura di combattere contro la criminalità per migliorare le cose”, riportando le parole del personaggio.
Un viaggio nella vita di un bambino alle soglie dell’adolescenza, che deve fare i conti con la società, una famiglia proletaria, l’amicizia ed il primo amore, ma su tutto deve fare i conti con la realtà, quella di una Napoli, a metà anni ‘80, meravigliosa ed avvolgente, ma anche dai toni freddi e preoccupanti…dualità che ancora oggi viviamo.
Un scrittura raffinata ed ironica, che permette di familiarizzare subito con il protagonista.
Un racconto che scorre veloce sotto gli occhi del lettore a cui più volte capiterà di sorridere di gusto, pur rimanendo nella cruda realtà del tempo.
Un romanzo sincero che ben si presta ad una sceneggiatura filmica.
L’appuntamento è per il 17 marzo alle ore 18:00 presso la Biblioteca Comunale di Roccapiemonte in via della Pace, 2.
Un-ragazzo-normale-lorenzo-marone-recensioneLorenzo Marone 17 marzo 2018 fbMaria Carla Ciancio

Seguici

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

unisciti agli altri: