Roccapiemonte si tinge di erotico-noir: L’oltraggio di Sara Bilotti e la nuova sfida di Einaudi

sb_articolo2

Quando si parla di presentazioni di libri aleggia sempre una specie di panico: chi è l’autore? Le librerie sanno della sua esistenza? Ci saranno quattro gatti ad ascoltarlo?

Decisamente, non è il caso degli eventi letterari delle associazioni Fedora e Rosa Aliberti.

sb_articolo3Anteprima esclusiva nazionale, per Einaudi stile libero, de “L’oltraggio”, esordio di Sara Bilotti, solare autrice napoletana. Prima opera di una saga erotico noir che sta già facendo molto parlare di sé.

Conferenza stampa ad anticiparla, tappeto rosso all’ingresso, più di cento i presenti all’evento, celebri autori napoletani intervenuti con i loro toccanti commenti sull’autrice e le sue storie: Patrizia Rinaldi, Antonella Ossorio, Stefano Piedimonte. E poi un presentatore d’eccellenza: Luca Badiali, con il suo entusiasmo coinvolgente e un po’ naif. Le sorprese video proiettate: i messaggi di grandi nomi del panorama letterario ed editoriale contemporaneo, come Severino Cesari (fondatore, insieme a Paolo Repetti, di Einaudi stile libero), con le sue parole avvincenti e raffinate, su quest’autrice e la sua scrittura; Maurizio de Giovanni, mentore e amico del gruppo degli autori partenopei, con le sue parole di affetto e stima.

Poi il mio intervento, un po’ da imbucata, con il mio augurio per un esordio scoppiettante alla bella Sara. E il mio pensiero, sulla narrativa erotico noir inaugurata dalla Bilotti, che molto difficilmente si oserà marchiare con il solito, generico epiteto di “narrativa rosa”, che si fionda immancabile più o meno su ogni romanzo scritto da mano femminile.

Fiori in raffinati bouquet alle narratrici presenti, sul finale, come ad ogni gran galà che si rispetti.

E tutto questo, a Milano, Roma? No. Roccapiemonte. Piccolo borgo dell’agro nocerino-sarnese.

Perché non basta la letteratura di qualità a destare entusiasmo in un pubblico. Ci vuole la passione di chi ci crede, la vive. E desidera che il vento delle proprie idee soffi forte, così tanto da spazzare via ogni compromesso, di quelli che impediscono che la bellezza si realizzi tra la gente.

Giusella De Maria
gdm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

unisciti agli altri: