Patto per la lettura: il nostro augurio di Natale

Il 15 dicembre scorso l’Amministrazione Comunale ha inaugurato il percorso del Patto per la lettura, donando un libro per adolescenti a tutte le classi della Scuola Secondaria di Primo grado dell’Istituto Comvass. Ai giovani studenti abbiamo consegnato le chiavi della responsabilità e dell’impegno civico attraverso l’investitura ad Ambasciatori del libro di Roccapiemonte: un’esperienza che vuole suonare come un invito a tutta la comunità a dedicarsi al tempo della lettura, che è anche il tempo della riflessione, dell’attenzione, dell’ascolto, della consapevolezza. Questo il nostro augurio, trasmesso in luce sinestetica dall’iconografia della Madonna del Libro di Botticelli, per un Natale sereno e vissuto con i vostri affetti. E per un 2024 che sia l’anno di Roccapiemonte Città che legge.

articoli correlati

La contromemoria dell’umano nel romanzo postmoderno

di Gaetano Fimiani Affrontare il discorso del romanzo postmoderno significa attraversare una continua tensione tra scetticismo e ansia di conoscenza,  percorrere l’orizzonte  legato alla caduta […]

Fedora: undecimo anno adveniente

di Gaetano Fimiani Nell’articolo 27 della Dichiarazione dei diritti dell’Uomo il viatico del nostro dire: Ogni individuo ha diritto di prendere parte liberamente alla vita […]

Racconto dell’umano e dettato della macchina: i mondi possibili del romanzo (e un canone)

di Gaetano Fimiani Il Grande Romanzo Americano è un’espressione usata per descrivere un romanzo che rappresenta in modo complesso e dettagliato la società americana. Questo […]
chevron-downarrow-left